Sicurezza Aziendale: la tutela dei beni Aziendali

Sicurezza Aziendale: la tutela dei beni Aziendali

La Sicurezza Aziendale o Factory Security Management ha come scopo primario la tutela dei beni Aziendali, siano essi materiali (persone, cose, impianti di sicurezza, etc.) o immateriali (segreti industriali, reputazione, spionaggio industriale, marchi e brevetti, etc.) i quali costituiscono il patrimonio economico e di risorse umane a cui ogni Impresa è legata.

Il primo step per il corretto svolgimento della funzione di Sicurezza Aziendale è rappresentato dalla ANALISI DELLE VULNERABILITÀ.

Partendo infatti dalla mappatura delle attività che l’Azienda svolge, dalla morfologia strutturale, dalla classificazione del personale che opera al suo interno per arrivare poi all’indicizzazione dei dati sensibili e dei gestori di tali informazioni, si ottiene la situazione aziendale in termini di sicurezza.

Una volta chiarito il quadro reale si procede alla determinazione degli eventi dannosi o delittuosi che a seguito dell’analisi iniziale dimostrano più probabilità di manifestarsi; ad essi viene poi correlato il conseguente impatto economico e strutturale che andrebbe a ricadere a danno dell’Azienda, permettendo quindi di adottare le STRATEGIE DIFENSIVE più idonee ed economicamente proporzionate.

Analisi: obiettivi

L’attività di CRONOTIME ha lo scopo di distinguersi attraverso il nostro metodo di lavoro che fa leva sull’analisi dello status quo per elaborare soluzioni e percorsi personalizzati e con un congruo impatto economico.

L’analisi è articolata su quattro punti:

  1. Analisi di Sicurezza Aziendale comparto FISICO
  2. Analisi di Sicurezza Aziendale comparto IMMATERIALE
  3. Definizione delle STRATEGIE
  4. Pianificazione ed ACTION PLAN

Vediamo ora nel dettaglio in cosa consistono le varie fasi.

  1. Analisi di Sicurezza Aziendale comparto FISICO

Si tratta di scattare una vera e propria fotografia dell’Azienda, tenendo in considerazione tutti gli aspetti di tipo MATERIALE che hanno a che fare con il “sistema sicurezza” o che impattano, in maniera fisica, sulle dinamiche aziendali.

Le fasi  di questa valutazione sono:

  • Analisi del rischio Stabilimento/ Beni Aziendali.  E’ la valutazione della geometria e della collocazione geo-fisica del comprensorio aziendale, del coefficiente  di penetrabilità  a cui è sottoposto, del rischio di sottrazione di beni aziendali e dello stato di difesa dei punti sensibili all’interno del perimetro;
  • Analisi impianti di sicurezza.  Prevede la catalogazione degli impianti esistenti, del loro stato di funzionamento e di efficienza in funzione degli obiettivi di protezione che l’Azienda si pone;
  • Analisi personale di sicurezza. Si evidenziano in questo capitolo le criticità del personale addetto alla sicurezza rispetto ad eventuali procedure o policy di sicurezza, oltre alla definizione del rapporto costo/beneficio ed al rilevamento di carenze di copertura della struttura aziendale;
  • Analisi dei flussi persone/cose. Viene valutato l’insieme di mezzi, persone e beni che circolano quotidianamente all’interno del comprensorio, relazionandolo a quanto emerge dai punti precedenti, allo scopo di comprendere se le procedure di sicurezza aziendali esistenti sono adeguate, se servono interventi di modifica o di istituzione di nuove regole per consentire una produttività che non sovrastino le esigenze di tutela e di protezione dell’Azienda e dei suoi beni.
  1. Analisi di Sicurezza Aziendale comparto IMMATERIALE

Prende in esame quali sono i beni aziendali quali informazioni riservate, dati sensibili in merito a strategie o disciplinari di produzione, marchi registrati o brevetti  e qual è il loro stato di protezione e di tutela.

Verranno analizzate:

  • Compliance normativa per il settore sicurezza: ovvero quali impatti di tipo legale emergono dalla gestione degli impianti di sicurezza o del personale di security, quali sono gli obblighi di legge riguardo al personale esterno che opera o che accede al comprensorio aziendale, quali sono le normative adottabili a tutela dei marchi e dei segreti industriali;
  • Diffusione e circolazione di dati aziendali riservati: saranno valutate quali figure all’interno del processo produttivo hanno accesso ai dati riservati, al sistema di frazionamento di tali informazioni, al rischio di diffusione di strategie o di segreti industriali, oltre alla protezione delle reti informatiche e dei server aziendali.
  1. Definizione delle STRATEGIE

Terminata la fase di analisi verrà elaborata una relazione analitica che conterrà le valutazioni punto per punto dello stato e delle criticità emerse, verranno illustrate quali tecnologie ed attrezzature saranno possibili porre in essere e con quali tempi e costi è consigliabile conseguirlo.

  1. Pianificazione ed ACTION PLAN

Si passa infine alla fase operativa concordando gli obiettivi di sicurezza da raggiungere, i tempi, le risorse economiche ad essi destinati e le filosofie aziendali da utilizzare per l’esecuzione, la gestione e la sintonizzazione del piano di Sicurezza Aziendale.

Partner tecnologico

Le nostre soluzioni per sistemi intelligenti permettono la gestione aggregata ed il monitoraggio delle componenti di Sicurezza Aziendale fisica quali allarmi, riprese video, protezione perimetrale, gestione dei varchi e molto altro ancora.

Utilizziamo le tecnologie abilitanti come il web, la near field communication (NFC), il cloud, il mobile ed altre tecnologie per implementare soluzioni integrate, evolute e innovative. Le capacità ingegneristiche di CRONOTIME, l’attenzione allo sviluppo dei prodotti e dei servizi e le grandi possibilità di progettazione “su misura” garantiscono il successo degli interventi e sono alla base della vasta gamma di servizi e opportunità offerti al cliente a corollario della fornitura.

CRONOTIME è un’azienda con una chiara impronta tecnologica – frutto di un lavoro minuzioso sviluppato nel tempo – e attenta all’evoluzione delle esigenze del mercato.

La cura posta nell’ascolto dei bisogni dei clienti permette a CRONOTIME di offrire soluzioni mirate e di sicura riuscita, mai sovradimensionate, e pensate per garantire un sicuro ritorno economico per il cliente.

Come partner tecnologico, accompagna il cliente in tutte le fasi del progetto e con il supporto di Partner certificati, si propone come One-stop-Solution Provider che fornisce quanto è necessario per la Factory Security Management.

Con oltre 2000 clienti tra imprese e enti pubblici, CRONOTIME è il partner tecnologico ideale per risolvere tutti le problematiche aziendali attraverso:

  • la progettazione di programmi integrati di interventi e soluzioni per la sicurezza degli edifici aziendali (Factory Security Management);
  • la fornitura e installazione di strumenti di controllo dei lavoratori e per la ‘sicurezza fisica’ degli edifici aziendali a norma di legge;
  • la fornitura di sistemi per la gestione dei turni estremamente flessibile e personalizzabile;
  • la fornitura di sistemi di controllo degli accessi e di rilevazione delle presenze in regola con le normative vigenti;
  • app di sistemi di controllo degli accessi e di rilevazione delle presenze per smartphone e tablet;
  • corsi di formazione ed informazione rivolti ai lavoratori ed ai datori di lavoro sulle modalità d’usodegli strumenti e di effettuazione dei controlli;
  • supporto alla elaborazione del codice disciplinare interno;
  • la fornitura di badge.

Se vuoi saperne di più PARTECIPA Venerdì, 24 Novembre 2017, dalle 9.00 alle 13.30,  al Seminario Factory Security Management presso CONFARTIGIANATO, Fiera del Levante, Pad 128 (nei pressi della fontana – Piazzale Roma) Ingresso Monumentale (Lungomare Starita 4, Bari)

oppure

Chiama al 080 56 19 587 Area Commerciale

O invia una mail indicando i tuoi dati all’indirizzo marketing@cronotime.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyrights © 2014-2017: Cronotime S.r.l. – Tutti i diritti riservati – Privacy Policy
Powered by progettografico.eu