Coronavirus e privacy

Coronavirus e privacy

Coronavirus e privacy: Il garante della Privacy ha espresso la propria posizione in merito agli obblighi e ai doveri dei datori di lavoro e dei lavoratori.

I datori di lavoro non possono raccogliere informazioni sulla presenza di sintomi da coronavirus dei propri dipendenti, nemmeno attraverso autodichiarazioni.
Bisogna sempre rivolgersi alle strutture sanitarie territoriali oppure alla protezione civile.
È questa, la posizione espressa dal Garante Privacy in relazione al comportamento da tenere in questa delicata fase di emergenza sanitaria.
Infatti, l’attività di prevenzione spetta agli operatori sanitari e al sistema attivato dalla protezione civile.
Non ai datori di lavoro, o da qualunque altro soggetto.
Per quanto riguarda la situazione Coronavirus e privacy la regola dettata dal Garante della Privacy è che ci sono obblighi precisi da parte del lavoratore che si trovi in una delle situazioni che le ordinanze considerano a rischio, o abbia sintomi. Ma anche doveri di tutela della privacy da parte del datore di lavoro, che non può raccogliere dati sanitari.

 

coronavirus e privacy

 

Obblighi del lavoratore

Chiunque negli ultimi 14 giorni abbia soggiornato nelle zone a rischio Coronavirus, nonché nei comuni individuati dalle più recenti disposizioni normative, deve comunicarlo alla azienda sanitaria territoriale, anche per il tramite del medico di base. Saranno le autorità sanitarie a procedere poi con gli accertamenti del caso e a prendere le necessarie misure, come ad esempio l’isolamento fiduciario.
Il lavoratore ha l’obbligo di segnalare al datore di lavoro qualsiasi situazione di pericolo per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.
Il datore di lavoro può invitare i propri dipendenti a fare, ove necessario, tali comunicazioni agevolando le modalità di inoltro delle stesse, anche predisponendo canali dedicati.
Il dipendente che svolge mansioni a contatto con il pubblico, nel caso in cui venga in contatto con un caso sospetto di Coronavirus, lo stesso, anche tramite il datore di lavoro, provvederà a comunicare la circostanza ai servizi sanitari competenti e ad attenersi alle indicazioni di prevenzione fornite dagli operatori sanitari interpellati.

Obblighi del datore di lavoro

I datori di lavoro devono astenersi dal raccogliere, a priori e in modo sistematico e generalizzato, informazioni sulla presenza di eventuali sintomi influenzali del lavoratore e dei suoi contatti più stretti o comunque rientranti nella sfera extra lavorativa.
Anche attraverso specifiche richieste al singolo lavoratore o indagini non consentite.
Nel momento in cui un lavoratore segnali una situazione di pericolo per la salute nell’ambiente di lavoro, il datore di lavoro deve comunicare agli organi preposti l’eventuale variazione del rischio “biologico” derivante dal Coronavirus.
Questo sia per la salute sul posto di lavoro e gli altri adempimenti connessi alla sorveglianza sanitaria sui lavoratori per il tramite del medico competente come, ad esempio, la possibilità di sottoporre a una visita straordinaria i lavoratori più esposti.

In generale, comunque, per quanto riguarda coronavirus e privacy, la regola è che il datore di lavoro in tutti i casi di pericolo contagio deve rivolgersi alle autorità sanitarie competenti, non prendere iniziative individuali di controllo sanitario o raccolta dati.
Per quanto riguarda l’accesso dei visitatori a locali aperti al pubblico, il comportamento corretto da seguire è quello di attenersi scrupolosamente al rispetto delle disposizioni d’urgenza adottate con i diversi provvedimenti e ordinanze.

Partner tecnologico

Come partner tecnologico, CRONOTIME accompagna il cliente in tutte le fasi del progetto e con il supporto di Partner certificati, si propone come One-stop-Solution Provider che fornisce quanto è necessario per il controllo e gestione presenze e la sicurezza in azienda.
Con oltre 2000 clienti tra imprese e enti pubblici, CRONOTIME è il partner tecnologico ideale per risolvere tutti le problematiche aziendali attraverso:
• sistemi antintrusione
• app per la timbratura geolocalizzata
• strumenti di controllo dei lavoratori e per la tutela del patrimonio aziendale a norma di legge;
• sistemi per la gestione dei turni estremamente flessibile e personalizzabile;
• la fornitura di sistemi di controllo degli accessi e di controllo delle presenze in regola con le normative vigenti;
• la realizzazione di sistemi personalizzati e/ chiavi in mano;
• l’installazione di sistemi di videosorveglianza ed accessi veicolari;
• app di sistemi di controllo degli accessi e di controllo delle presenze per smartphone e tablet;
• corsi di formazione ed informazione rivolti ai lavoratori ed ai datori di lavoro sulle modalità d’uso degli strumenti e di effettuazione dei controlli;
• supporto alla elaborazione del codice disciplinare interno;
• la fornitura di badge.

Se desideri ricevere ulteriori informazioni sui nostri prodotti e servizi, CONTATTACI.
Il nostro personale ti risponderà al più presto. Chiama al 080 56 19 587 Area Commerciale
O invia una mail indicando i tuoi dati all’indirizzo marketing@cronotime.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyrights © 2014-2017: Cronotime S.r.l. – Tutti i diritti riservati – Privacy Policy

Powered by progettografico.eu